Credito Lombard: un’alternativa al fondo d’emergenza?

Se sei alla ricerca di modi per migliorare il rendimento del tuo denaro, potresti voler considerare il Credito Lombard, anche conosciuto come prestito lombard.

È essenzialmente un finanziamento offerto dalle banche con i tuoi titoli come garanzia. Questo tipo di prestito ti consente di ottenere liquidità senza dover vendere i tuoi investimenti.

Ad una prima analisi, potrebbe sembrare un buon modo per finanziarsi a costo ridotto rispetto ai normali prestiti. Per alcuni addirittura può essere un’alternativa al fondo d’emergenza. Ma come succede spesso, non è tutto oro quel che luccica.

In questo articolo vedremo quindi:

  • Cosa è e come funziona il credito Lombard?
  • Quali sono le modalità del prestito e qual è il tasso applicato?
  • Quali possono essere le sue applicazioni? Può essere un’alternativa al classico fondo d’emergenza?

Come funziona il credito Lombard?

Il credito lombard è un tipo di finanziamento in cui un individuo o un’azienda ottiene denaro da una banca o un istituto finanziario offrendo beni mobili come garanzia. Il richiedente presenta una richiesta di prestito e offre determinati beni di valore (come gioielli, titoli o altri strumenti finanziari) come collaterale per il prestito richiesto.

La banca valuta i beni offerti come garanzia per determinare se concedere il prestito e stabilisce l’importo del finanziamento, il tasso di interesse e le condizioni di rimborso. Il prestito deve essere restituito entro un periodo concordato.

Una caratteristica importante del credito lombard è la sua velocità e flessibilità, poiché richiede meno documentazione rispetto ad altri tipi di finanziamento. Tuttavia, è importante considerare i rischi associati: se il debitore non riesce a rimborsare il prestito, la banca può vendere i beni offerti come garanzia per recuperare il denaro.

Immagina di avere un portafoglio di investimenti in titoli. Le banche valutano il valore del tuo portafoglio e ti concedono un prestito in base a una percentuale di questo valore. Maggiore è il valore del tuo portafoglio, maggiore sarà la somma di denaro che potrai ottenere.

Tuttavia, le banche applicano uno “scarto” al valore del portafoglio, per proteggere il loro credito. Ad esempio, se hai investimenti obbligazionari e lo scarto applicato è del 10%, la banca potrebbe offrirti un prestito fino al 90% del valore di questi investimenti. Con gli investimenti azionari, lo scarto può essere più elevato, fino al 30%.

Le forme di garanzia di un credit Lombard

Il Credito Lombard rappresenta una forma di finanziamento unica, poiché utilizza i valori mobiliari come garanzia anziché un’ipoteca su un immobile come nel caso di un mutuo. In questo scenario, le banche accettano titoli come pegno e diventano proprietarie di tali titoli. In caso di mancato pagamento da parte del debitore, la banca può recuperare il proprio credito vendendo gli strumenti finanziari.

Per quanto riguarda gli strumenti utilizzati come garanzia, le banche richiedono generalmente titoli facilmente liquidabili sul mercato, come fondi di investimento o titoli. Tuttavia, il finanziamento massimo concesso dipende dalla qualità, liquidità e tipologia dei titoli in garanzia. Di conseguenza, la somma concessa non sarà mai pari al 100% del valore del portafoglio.

La banca applica uno “scarto” per proteggersi dalle fluttuazioni di mercato, che raramente supera l’80-85% del valore del portafoglio dato in pegno. Nel caso di titoli azionari, lo scarto può arrivare fino al 50%. Questo significa che per ottenere un prestito Lombard di €100.000, è necessario fornire in pegno azioni, fondi o ETF azionari per un valore doppio. Il valore delle azioni può diminuire sul mercato, il che potrebbe portare la banca a incassare meno di quanto ha prestato in caso di vendita.

Il costo del credito Lombard

Il tasso di interesse sul Credit Lombard viene definito in base a diversi parametri, tra cui la durata del prestito, le modalità di restituzione e le condizioni di mercato.

Solitamente, il tasso di interesse applicato al credito Lombard è l’Euribor a 3 mesi più uno spread, che può variare dallo 0,10% fino al 1% a seconda delle condizioni. Attualmente, con l’Euribor a 3 mesi al 3,9% (dati di gennaio 2024), il tasso per un credito Lombard potrebbe essere del 4% o superiore.

Lo spread dipende dall’istituto di credito e rappresenta il loro margine di profitto. Tale spread è negoziato tra il prestatore e il richiedente e dipende da vari fattori, inclusi il rischio associato al prestito e le condizioni generali del mercato finanziario.

Iil tasso di interesse sul Credit Lombard è di solito un tasso variabile, il che significa che può cambiare nel tempo in risposta alle fluttuazioni dell’Euribor o ad altri fattori di mercato. Questo implica che gli importi dei pagamenti possono variare durante la durata del prestito, rendendo necessaria una gestione attenta delle finanze per adattarsi a eventuali cambiamenti nei costi di finanziamento.

Modalità di restituzione del credito Lombard

Le modalità di restituzione del credito lombard possono essere diverse a seconda delle condizioni specifiche del prestito e degli accordi tra il prestatore e il richiedente. Tuttavia, esistono alcune opzioni comuni per la restituzione del credito lombard:

  1. Pagamenti periodici: in questa modalità, il debitore effettua pagamenti regolari di interessi a scadenze definite, ad esempio mensilmente o trimestralmente. Gli interessi vengono calcolati sul saldo del prestito e pagati di conseguenza.
  2. Rimborso a scadenza: qui l’intero importo del prestito, insieme agli interessi accumulati, viene restituito in un’unica soluzione alla scadenza del prestito. Questa è una forma comune di restituzione per prestiti a breve termine.
  3. Pagamenti flessibili: alcuni accordi possono prevedere pagamenti flessibili, consentendo al debitore di adattare i pagamenti in base alle proprie esigenze finanziarie e fluttuazioni del mercato.
  4. Conversione in prestito a lungo termine: in alcuni casi, il credito lombard temporaneo può essere convertito in un prestito a lungo termine con piani di rimborso più estesi. Questo offre una maggiore flessibilità nella gestione del debito nel tempo.
  5. Vendita degli investimenti: se il debitore non è in grado di effettuare i pagamenti o preferisce liquidare il prestito, può essere necessario vendere gli investimenti forniti come garanzia per coprire il debito. Questa è un’opzione di ultima istanza e può comportare la vendita degli asset garantiti.

I rischi del credito Lombard

Il Credit Lombard, nonostante offra vantaggi, presenta anche significativi svantaggi e rischi da considerare attentamente prima di sceglierlo come forma di prestito.

Un rischio importante è la perdita delle garanzie. Se il valore degli investimenti forniti come garanzia diminuisce in modo significativo, la banca potrebbe richiedere il rimborso anticipato del prestito o addirittura vendere gli investimenti per coprire il debito. Questo potrebbe avere conseguenze fiscali e finanziarie indesiderate per il cliente, specialmente in situazioni di mercato volatile.

Inoltre, il Credit Lombard può essere più costoso rispetto ad altre forme di finanziamento. Poiché è considerato più rischioso per le banche, queste possono applicare tassi di interesse più elevati (spread) per compensare il rischio aggiuntivo. Questi costi aggiuntivi possono includere commissioni di transazione, spese di gestione del prestito e altri oneri associati all’apertura e alla gestione del finanziamento.

Detto ciò la domanda che mi sono posto è: quanto è conveniente investire totalmente il proprio fondo d’emergenza e utilizzare il credit Lombard per fronte a spese impreviste?

Credito Lombard come alternativa al fondo d’emergenza?

Confrontiamo il fondo d’emergenza e il credito lombard per aiutarvi a capire perché il primo rappresenta una scelta più sicura e vantaggiosa nella maggioranza dei casi.

Il fondo d’emergenza è costituito da denaro liquido che può essere utilizzato immediatamente senza necessità di ulteriori procedure o approvazioni. Non ci sono costi di accesso al denaro, né interessi da pagare. L’importo accantonato è interamente a disposizione per affrontare le emergenze.

Avere un fondo d’emergenza riduce la dipendenza da strumenti di debito, evitando l’accumulo di interessi e potenziali costi nascosti. La creazione di un fondo d’emergenza richiede una gestione disciplinata delle proprie finanze, favorendo abitudini di risparmio e di spesa responsabili.

Sapere di avere un cuscinetto finanziario per le emergenze offre una maggiore tranquillità mentale e sicurezza emotiva. Inoltre, un fondo d’emergenza rafforza l’indipendenza finanziaria, consentendo di affrontare gli imprevisti senza dover ricorrere a prestiti.

Il credito lombard è un prestito garantito da titoli o beni di valore. Anche se permette di ottenere liquidità rapidamente, comporta il rischio di dover liquidare questi beni in caso di mancato rimborso.

I prestiti lombard prevedono il pagamento di interessi, che possono aumentare significativamente il costo del prestito. Inoltre, le commissioni variano in base all’istituto finanziario e al valore dei beni dati in garanzia.

Se non si riesce a rimborsare il prestito, l’istituto finanziario può vendere i titoli mobiliari dati in garanzia per recuperare il credito. Questo può portare alla perdita di titoli o proprietà di valore.

L’uso frequente del credito lombard può portare a una spirale di debito, aggravando la situazione finanziaria e riducendo la capacità di risparmiare e investire per il futuro. Gli interessi accumulati sui prestiti lombard possono erodere il patrimonio personale nel lungo termine. Fare affidamento su strumenti a debito per affrontare le emergenze può compromettere la stabilità finanziaria complessiva, rendendo difficile gestire le spese quotidiane e pianificare per il futuro.

Altri utilizzi del credito Lombard

Acquistare un immobile

Quando si desidera acquistare una casa, sia essa la prima abitazione o una casa per le vacanze al mare o in montagna, molte persone finiscono per utilizzare gran parte del loro conto corrente per coprire i costi dell’acquisto. Tuttavia, esiste un approccio più vantaggioso e prudente: pianificare l’acquisto in modo da mantenere il proprio patrimonio finanziario intatto e sfruttare le opportunità offerte dagli investimenti in titoli.

L’idea di base è quella di conservare i propri investimenti in titoli e utilizzare il credito Lombard per aiutarsi nell’acquisto della casa. Questo approccio consente di mantenere il patrimonio finanziario, evitando di liquidare parte del proprio patrimonio e permettendo di continuare a beneficiare dei rendimenti e della crescita potenziale nel tempo.

Inoltre, l’ottenimento di un finanziamento ipotecario consente di conservare la liquidità sul conto corrente e di beneficiare di condizioni di tasso di interesse più favorevoli rispetto all’utilizzo di risparmi liquidi per l’acquisto.

Mantenendo gli investimenti in titoli, si mantiene anche la flessibilità di riallocare il portafoglio in base alle condizioni di mercato e agli obiettivi finanziari. Continuando a investire in titoli, si può mantenere una strategia di diversificazione e potenzialmente beneficiare di rendimenti più elevati offerti dagli investimenti a lungo termine.

Tuttavia, è fondamentale considerare i rischi associati all’impiego di strumenti a debito diversi dal mutuo per pagare parte di un immobile. Utilizzare strumenti come il credito Lombard, sebbene offra accesso rapido alla liquidità, comporta rischi significativi.

Tra questi vi è la possibilità di dover liquidare i beni dati in garanzia in caso di inadempienza, con conseguenze finanziarie negative. Inoltre, i costi aggiuntivi legati agli interessi e alle commissioni possono aumentare l’onere finanziario complessivo, rendendo questa opzione meno conveniente rispetto a un mutuo ipotecario tradizionale.

Investire a leva

La leva finanziaria attraverso il Credit Lombard è una strategia utilizzata da alcuni investitori per massimizzare i rendimenti degli investimenti. La base di questa strategia è di prendere in prestito liquidità da una banca o istituto finanziario utilizzando i propri titoli o altri asset come garanzia.

L’idea è semplice: prendere denaro a un tasso di interesse relativamente basso tramite il Credit Lombard e quindi reinvestirlo in strumenti finanziari o asset che offrono un rendimento potenzialmente più alto. La differenza tra il tasso di interesse sul prestito e il rendimento dell’investimento rappresenta il potenziale profitto dell’operazione.

Per esempio, se un investitore prende in prestito €100,000 tramite il Credit Lombard a un tasso di interesse del 3% annuo e reinveste questa somma in un portafoglio diversificato di investimenti che produce un rendimento del 6% annuo, la differenza del 3% rappresenta il profitto aggiuntivo generato attraverso l’uso della leva finanziaria.

Questa strategia comporta rischi. Se gli investimenti non producono il rendimento atteso o se i mercati subiscono variazioni negative, potreste non essere in grado di coprire il costo del prestito e potreste perdere parte del patrimonio.

Conclusioni

Il credito Lombard rappresenta una soluzione finanziaria flessibile che consente di ottenere liquidità rapidamente utilizzando i propri investimenti come garanzia. Tuttavia, è essenziale essere pienamente consapevoli dei rischi associati, tra cui la possibilità di perdere i beni dati in garanzia in caso di inadempienza. Questo tipo di finanziamento può comportare costi aggiuntivi e fluttuazioni nei tassi di interesse che richiedono una gestione attenta.

Seppur vantaggioso in alcune situazioni, il credito Lombard dovrebbe essere considerato come un’alternativa al fondo d’emergenza solo se si è ben informati e preparati a gestire i potenziali rischi.

Un fondo d’emergenza liquido rimane una scelta più sicura e stabile per affrontare gli imprevisti, poiché non comporta costi di accesso né rischi di liquidazione forzata degli investimenti.

Utilizzare il credito Lombard può essere utile per specifici scopi come l’acquisto di un immobile o l’investimento a leva, ma è fondamentale valutare attentamente la propria situazione finanziaria e i potenziali rischi prima di procedere.

Grazie per la lettura.

Se ti è piaciuto l’articolo, iscriviti per rimanere aggiornato

Niente spam, ti invierò solo un aggiornamento settimanale.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto