Buoni fruttiferi postali: ne vale la pena?

buoni fruttiferi postali

Oggi affrontiamo un argomento che interessa molti: i buoni fruttiferi postali.

Sono prodotti emessi da Cassa depositi e prestiti e sono garantiti dallo Stato Italiano, hanno un funzionamento simile a quello di una obbligazione o di un conto deposito, non hanno costi di sottoscrizione e rimborso, ma solo oneri fiscali. Godono inoltre di una tassazione agevolata sulle plusvalenze del 12,5%.

Pro:

  • Zero costi tranne quelli fiscali;
  • Tassazione agevolata al 12,5%, come i titoli di stato;
  • Puoi richiedere il rimborso quando vuoi;
  • Interessi composti esentasse fino alla scadenza;
  • Garantiti dallo stato italiano.

Contro:

  • Se vendi prima della scadenza, rischi di perdere tutti gli interessi accumulati;
  • La tassazione agevolata non sempre fa miracoli sui rendimenti;
  • La garanzia dello Stato potrebbe non essere così solida a lungo termine;
  • I rendimenti spesso non sono competitivi rispetto al mercato;
  • Non sono cedibili, tranne in caso di eredità;
  • Taglio minimo e limiti di circolazione.

Tipologie di buoni fruttiferi

Esistono due categorie principali di BFP: i buoni fruttiferi acquistabili sia online che all’ufficio postale (prima tabella) e i buoni acquistabili solo all’ufficio postale (seconda tabella).

Vediamoli nel dettaglio.

NomeDurataRendimento annuo lordo a scadenza
Buono 4 anni Plus4 anni2,00%
Buono 3×26 anni2,25%
Buono Rinnova6 anni2,50%
Buono Risparmio Sostenibile7 anni2,00%
Buono 3×412 anni2,50%
Buono Ordinario20 anni2,75%
Buono dedicato ai minoriFino a 18 anni del minore6% o inferiore
(in base all’età del minore in fase di sottoscrizione)
Buono Soluzione FuturoRendita in 180 rate mensili tra 65 e 80 anni
NomeDurataRendimento annuo lordo a scadenza
Buono 4 anni Risparmiosemplice4 anni1,50% (3,5% se tenuto 4 anni)
Buono Soluzione Eredità4 anni3,25%

Buono 4 anni Plus (foglio informativo)

I Buoni 4 anni Plus vengono liquidati alla scadenza del quarto anno con il rimborso dell’intero capitale investito e degli interessi maturati.

Su richiesta è possibile ottenere un rimborso anticipato, ma non vengono corrisposti interessi se il rimborso avviene prima di quattro anni dalla sottoscrizione.

I buoni sono esenti da imposta di successione ma soggetti ad imposta di bollo. Non possono essere ceduti o dati in pegno. Scadono dopo dieci anni dalla data di scadenza indicata, dopo la quale i diritti di rimborso e interessi prescrivono.

L’interesse è composto ed è del 2% annuo. Ciò significa che l’effettivo interesse al quarto anno che viene corrisposto è del 8,24% lordo ossia del 7,21% netto.

Ecco un confronto con strumenti simili con scadenza tra 4 anni.

StrumentoTIR NettoGaranziaRischi aggiuntivi
Buono 4 anni Plus1,67%Stato Italiano
Btp Tf 3,4% Ap28 Eur2,40%*Stato Italiano
Conto deposito Banca Progetto3,42%FITD (fino a 100.000 euro)Modifica unilaterale del contratto
* ho considerato il rateo nel calcolo del TIR

Buono 3×2 (foglio informativo)

Il Buono 3×2 è un investimento che consente di ottenere rendimenti crescenti in base al periodo di detenzione (massimo 6 anni).

In caso di rimborso del Buono prima dei primi 3 anni, non otterrai alcun guadagno.

In caso di riscatto del Buono dopo almeno 3 anni ma prima della scadenza del 6° anno, otterrai un interesse lordo annuo composto del 1,25% calcolato solo sui primi tre anni di detenzione.

Il massimo rendimento del 2,25% annuo composto (lordo) e viene ricevuto solo in caso di mantenimento del Buono per l’intero periodo di 6 anni.

Ipotizzando di mantenerlo fino a scadenza ecco un confronto con strumenti che hanno durate simili (6 anni).

StrumentoTIR NettoGaranzia
Buono 3×21,98%Stato Italiano
Btp Tf 1,35% Ap30 Eur2,93%*Stato Italiano
* ho considerato il rateo nel calcolo del TIR

Buono rinnova (foglio informativo)

Il Buono Rinnova consente di reinvestire un Buono fruttifero postale scaduto dopo il 01/08/2023 alle attuali condizioni di mercato. Questo tipo di investimento offre rendimenti simili al Buono 3×2.

Per un periodo di detenzione di 3 anni, il Buono Rinnova offre un interesse lordo annuo del 1,75%. Se invece mantieni il Buono Rinnova per 6 anni, l’interesse lordo annuo è del 2,50%.

Anche in questo caso Btp Tf 1,35% Ap30 ha rendimenti migliori.

Buono Risparmio Sostenibile (foglio informativo)

Il Buono Risparmio Sostenibile offre un rendimento fisso con la possibilità di ottenere, solo alla scadenza e in determinate condizioni, un premio aggiuntivo legato all’andamento di un indice azionario ESG (Environmental, Social and Governance).

Questo strumento di investimento ha una durata di 7 anni e presenta le seguenti caratteristiche:

  • Interessi fissi: i rendimenti fissi maturano dopo 1 anno dalla data di sottoscrizione. Nel caso di rimborso anticipato entro il primo anno, non sono corrisposti interessi;
  • Premio legato ad un indice azionario ESG: alla scadenza del 7° anno, il sottoscrittore può ricevere un eventuale premio lordo, calcolato in base al rendimento positivo dell’indice ESG sottostante (STOXX ® EUROPE 600 ESG-X) nel periodo di detenzione del Buono;
  • Eventuale rimborso anticipato: è possibile richiedere il rimborso anticipato del Buono in qualsiasi momento. Dopo 1 anno dalla sottoscrizione, il rimborso include il capitale investito e gli interessi fissi maturati fino all’anno precedente completato.

Rendimenti del Buono (condizioni in vigore dal 28 dicembre 2023):

  • Al compimento del 1° anno: 0,50%
  • Al compimento del 2° anno: 0,60%
  • Al compimento del 3° anno: 0,75%
  • Al compimento del 4° anno: 1,00%
  • Al compimento del 5° anno: 1,10%
  • Al compimento del 6° anno: 1,25%
  • Al compimento del 7° anno: 2,00%

Il premio lordo aggiuntivo viene pagato esclusivamente alla scadenza del 7° anno e dipende dal rendimento positivo dell’indice azionario di riferimento nel periodo di possesso del Buono.

Il calcolo del rendimento a scadenza avviene con la seguente formula

Vfinale = Valore del premio lordo finale
Vnominale = Valore nominale del Buono
P = tasso di partecipazione (attualmente è fissato al 50%)
ST = valore dell'indice a scadenza del Buono
K = valore dell'indice in fase di sottoscrizione del Buono

Il premio lordo sarà applicato solo se il valore finale dell’indice STOXX EUROPE 600 ESG-X (ST) supera il valore iniziale (K).

Ipotizziamo che il Buono abbia valore nominale 10.000 euro con il tasso di partecipazione P fissato al 50%.

Caso 1
ST = 110
P = 100
Premio aggiuntivo = 10.000 * 50% * (110-100)/100 = 500 euro lordi

Caso 2
ST = 90
P = 100
Premio aggiuntivo = 0 in quanto il valore finale dell’indice è inferiore allo strike

Questa tipologia di prodotto, per quanto secondo il mio punto di vista inutilmente complessa, offre però il beneficio di una asimmetria di rendimento positiva e questo può essere un bene per l’investitore che non è disposto ad accollarsi il rischio di investire nel mercato azionario ma che vuole portarsi a casa una parte del suo rendimento.

L’indice di riferimento ha avuto buone performance negli ultimi 5 anni, portando a casa un +30%. C’è anche da dire che il mercato azionario europeo non brilla di certo per le sue performance (nello stesso periodo l’S&P500 ha avuto un rendimento dell’80%) e che i criteri ESG lasciano un po’ a desiderare (se cerchiamo investimenti etici il modo migliore è quello di scegliere in prima persona le aziende nelle quali investire).

Rispetto ai prodotti precedenti reputo il Buono risparmio sostenibile un prodotto da tenere in considerazione se:

  • si è totalmente avversi al rischio;
  • l’obiettivo è quello di generare un buon rendimento con la garanzia del capitale rivalutato.

Buono 3×4 (foglio informativo)

Il Buono 3×4 ha un funzionamento molto simile al Buono 3×2 ma la durata massima dell’investimento è di 12 anni invece di 6. I rendimenti rimangono scaglionati ogni 3 anni.

Periodo di possessoRendimento effettivo annuo lordo
alla fine del 3° anno1,25%
alla fine del 6° anno1,75%
alla fine del 9° anno2,00%
alla fine del 12° anno2,50%

Disinvestendo prima del terzo anno il rendimento è zero. Investendo a 6 anni è molto più conveniente il Buono 3×2 (2,25% contro 1,75%).

E’ chiaro quindi che l’unico caso in cui questo Buono possa risultare conveniente è quello nel quale viene portato a scadenza dei 12 anni. Tuttavia, come è accaduto per altri Buoni visti fino ad adesso, i rendimenti di BTP di pari durata sono di gran lunga superiori.

12 anni inoltre inizia ad essere un periodo importante per detenere uno strumento a tassi prestabiliti. In linea con la propria tolleranza al rischio, un orizzonte del genere può essere compatibile con un investimento in un portafoglio opportunamente diversificato tramite ETF.

StrumentoTIR NettoGaranzia
Buono 3×42,22%Stato Italiano
Btp Tf 1,45% Mz36 Eur3,39%*Stato Italiano
* ho considerato il rateo nel calcolo del TIR

Buono ordinario (foglio informativo)

Il Buono ordinario offre rendimenti crescenti e al tempo stesso la garanzia di non perdere gli interessi maturati fino all’anno di detenzione.

La durata è perfettamente compatibile con l’investimento in un portafoglio diversificato. Tuttavia coloro che sono completamente avversi al rischio e che non sopportano di veder oscillare il capitale nel tempo potrebbero preferire il Buono ordinario, prodotto molto più “tranquillo”, con costi estremamente contenuti e una tassazione agevolata al 12,50%.

Periodo di possessoRendimento effettivo annuo lordo alla fine di ciascun periodo di possessoPeriodo di possessoRendimento effettivo annuo lordo alla fine di ciascun periodo di possesso
alla fine del 1°anno0,50%nell’11° anno1,70%
nel 2°anno0,50%nel 12° anno1,77%
nel 3°anno0,67%nel 13° anno1,90%
nel 4°anno0,87%nel 14° anno2,01%
nel 5°anno1,00%nel 15° anno2,11%
nel 6°anno1,12%nel 16° anno2,23%
nel 7°anno1,25%nel 17° anno2,36%
nel 8°anno1,40%nel 18° anno2,48%
nel 9°anno1,53%nel 19° anno2,61%
nel 10°anno1,62%nel 20° anno2,75%

Buono dedicato ai minori (foglio informativo)

Il Buono dedicato ai minori ha una durata variabile che dipende dall’età dell’intestatario al momento della sottoscrizione. Questa durata termina al compimento del 18° anno di età del minore.

Possono essere intestati solo a soggetti minori di età e non è possibile avere una cointestazione. Chi ha più di 16 anni e sei mesi o compie questa età nel mese di sottoscrizione non può acquistare questi buoni.

La durata del buono va dalla data di sottoscrizione fino al compimento del 18° anno del minore. Dopo questa data, i buoni diventano infruttiferi.

Offrono un rendimento fisso in base all’età del minore in fase di sottoscrizione come da tabella seguente.

Per esempio, se l’intestatario ha meno un anno il rendimento fissato per tutto il periodo sarà del 6% annuale. Se il minore invece ha 8 anni, il rendimento fissato per il periodo sarà del 3% (18-8=10 anni) e sarà tale per tutta la durata.

Periodo di possesso del Buono
(dalla data di sottoscrizione e fino al compimento del 18° anno di età dell’intestatario)
Rendimento effettivo annuo lordo
alla fine di ciascun periodo di possesso
1 anno e 6 mesi2,50%
2 anni2,50%
3 anni2,50%
4 anni2,50%
5 anni2,50%
6 anni2,75%
7 anni2,75%
8 anni3,00%
9 anni3,00%
10 anni3,00%
11 anni3,00%
12 anni3,50%
13 anni3,50%
14 anni3,50%
15 anni3,50%
16 anni4,50%
17 anni6,00%
18 anni6,00%

Il buono dedicato ai minori è senza ombra di dubbio il miglior prodotto di investimento messo a disposizione da Poste. Offre un tasso di interesse a capitalizzazione composta estremamente elevato (considerato che è garantito fino a scadenza e che beneficia di una tassazione agevolata sulle plusvalenze) difficilmente equiparabile ad altri investimenti simili, in particolare se la sottoscrizione avviene nei primi due anni di età del figlio.

Ad esempio investendo 10.000 euro otterremo un capitale lordo a scadenza di 28.543 euro che corrisponderebbero a 26.225 euro netti (TIR netto del 5,5%).

Personalmente lo reputo il miglior investimento per i propri figli come rapporto rischio/rendimento che abbiamo oggi in Italia se sottoscritto entro il primo anno d’età del minore.

Esistono tuttavia due problemi:

  1. è necessario disporre di un capitale sufficientemente elevato alla nascita del figlio;
  2. seppur remoto, esiste un rischio specifico dovuto al fatto che lo Stato italiano potrebbe non rimborsare in toto il capitale.

Buono soluzione futuro (foglio informativo)

Il Buono Soluzione Futuro è la new entry nei prodotti di Poste. E’ progettato per coloro che hanno tra i 40 e i 54 anni e desiderano integrare la pensione nel futuro. Questo strumento si suddivide in due fasi distinte:

  • Durante la fase di accumulo, che va dalla sottoscrizione del Buono fino al compimento dei 65 anni, l’investimento genera interessi fissi che vengono capitalizzati semestralmente;
  • Successivamente, nella fase di rendita, il Buono Soluzione Futuro prevede il pagamento di una rata mensile fissa per 180 mesi, a partire dai 65 anni fino agli 80 anni di età. Durante questa fase, il capitale rimanente continua a fruttare interessi.

È importante tenere il Buono fino ai 65 anni per ottenere il massimo rendimento. Se viene mantenuto il Buono fino a questa data, Poste Italiane riconosce un tasso di interesse lordo fisso che varia dal 3,00% al 3,50%, a seconda del momento in cui è stato sottoscritto il Buono.

In caso l’inflazione europea sia stata superiore al rendimento garantito, Poste Italiane aggiusta il tasso di interesse per corrispondere all’inflazione stessa, utilizzando un meccanismo simile a quello dei BTP Italia.

Il problema principale legato al Buono soluzione futuro è relativo al fatto che il capitale viene erogato come rendita e non interamente alla scadenza.

Ipotizzando 50 anni alla sottoscrizione, un’inflazione attesa del 2% annuo e facendo un’assunzione molto forte ossia che le rendite periodiche vengano attualizzate ad un tasso di sconto pari a zero (in pratica è come se per voi ricevere 100 euro oggi o tra un anno fosse indifferente), il Tasso Interno di Rendimento del Buono sarebbe prossimo al 4,2%.

Se confrontiamo questo rendimento con un BTP con scadenza 2038 (che attualmente è del 3,66% netto), notiamo che il rendimento è leggermente superiore.

Ma dato che saremo obbligati a percepire il capitale sotto forma di rendita ciò che ci riceveremo al primo anno dovrebbe avere più valore di ciò che riceveremmo al 15 anni, pertanto dovremmo attualizzare i flussi di cassa tra i 65 e gli 80 anni ad un tasso di sconto almeno pari all’inflazione attesa. Se facciamo questa operazione il TIR del Buono soluzione futuro si assesta intorno al 3% e diventa automaticamente meno conveniente di un BTP di pari durata.

Buono 4 anni Risparmiosemplice (foglio informativo)

Il Buono 4 anni risparmiosemplice è un prodotto finanziario di Poste Italiane che si presenta come un’opzione per accantonare piccole somme a medio termine.

Il prodotto funziona come un PAC (Piano di Accumulo Capitale) e permette di accantonare piccole cifre regolarmente.

Il Piano di Risparmio Risparmiosemplice offre varie opzioni per gestire i versamenti:

  • Sottoscrizioni periodiche: Puoi programmare sottoscrizioni mensili o bimestrali per importi da €50 fino a €10.000 al giorno, prelevate il 5º o il 27º di ogni mese.
  • Sottoscrizioni da reinvestimento: Quando scade un buono 4 anni risparmiosemplice, l’intero importo può essere reinvestito automaticamente nel piano, a condizione che sia almeno di €50.
  • Sottoscrizioni aggiuntive: Oltre alle sottoscrizioni periodiche e ai reinvestimenti, puoi effettuare sottoscrizioni aggiuntive giornaliere da €50 a un massimo di €10.000 complessivi al giorno.

Il Piano di Risparmio ti consente di risparmiare gradualmente e acquistare il Buono 4 anni Risparmiosemplice con una frequenza regolare, come mensile o bimestrale.

Ad esempio, se desideri mettere da parte 200 euro al mese, puoi acquistare un nuovo Buono 4 anni risparmiosemplice ogni mese all’interno del tuo Piano. Il valore minimo per ogni buono è di 50 euro, come per molti altri Buoni Fruttiferi Postali.

Se acquisti almeno 24 Buoni 4 anni Risparmiosemplice con una cadenza periodica, Poste Italiane ti riconosce un rendimento premio pari al 3,50% annuo. Questo è l’unico caso realmente conveniente. In tutti gli altri casi il rendimento a scadenza sarà del 1,50% annuo.

Se l’obiettivo quindi è quello di mettere da parte piccole cifre per un periodo di 4-6 anni questo prodotto può fare al caso vostro, altrimenti è preferibile un portafoglio ETF ben diversificato e orientarsi verso un orizzonte di lungo periodo.

CaratteristicaBuono 4 anni RisparmiosemplicePAC su ETF
RendimentoBassoVariabile, potenzialmente più elevato
FlessibilitàBassaAlta
CostiNessunoCosti di commissioni e spread
Orizzonte temporaleMedio (4-6 anni)Lungo (almeno 10 anni)
Tassazione sulle plusvalenzeAgevolata (12,50%)Dipende dagli asset in portafoglio

Buono soluzione eredità (foglio informativo)

Il Buono Soluzione Eredità è un’opzione di investimento offerta ai beneficiari di una procedura successoria conclusa presso le Poste Italiane. Questo tipo di buono consente agli investitori di ottenere un rendimento entro un periodo massimo di 4 anni. Tuttavia, è importante notare che se decidi di disinvestire prima della scadenza dei 4 anni, perderai tutti gli interessi maturati fino a quel momento.

Se decidi di mantenere il tuo investimento per l’intero periodo di 4 anni, puoi aspettarti un interesse lordo annuo del 3,25%, pagato alla fine del periodo di detenzione.

Il Buono Soluzione Eredità offre un’opportunità di investimento interessante per i beneficiari di una successione, ma è importante pianificare attentamente la durata dell’investimento considerando che il massimo rendimento sarà ottenuto mantenendo il buono per l’intero periodo di 4 anni.

Questa tipologia di Buono è più competitiva nei confronti di BTP con stessa durata attualmente presenti sul mercato secondario. Il TIR netto del buono è del 2,86%, molto simile a quello del Btp Tf 3,4% Ap28, con la differenza che il TIR di quest’ultimo è calcolato ipotizzando il reinvestimento delle cedole in strumenti ad uguale rendimento, cosa non proprio facile con titolo obbligazionario.

Il rischio dei buoni fruttiferi postali

I Buoni Fruttiferi Postali sono garantiti dallo Stato italiano, il che li rende generalmente considerati sicuri. Tuttavia, è fondamentale comprendere che la sicurezza di questo investimento è legata alla solidità finanziaria dell’Italia come paese emittente. Attualmente, il rating dell’Italia è BBB, che indica un grado di investimento moderato, appena sopra il livello di titoli considerati rischiosi.

Sebbene quindi i Buoni Fruttiferi Postali siano generalmente considerati a basso rischio nel breve termine, il rischio emittente diventa più rilevante su periodi di lungo termine. La capacità futura dello Stato italiano di onorare i suoi debiti potrebbe essere compromessa da cambiamenti economici o politici nel corso del tempo.

Per investimenti a breve termine il rischio di default è generalmente basso. Tuttavia, se consideriamo investimenti a lungo termine, è importante confrontare i Buoni Fruttiferi con altre opzioni, anche quelle più rischiose come i fondi azionari, per valutare i potenziali rendimenti e i livelli di rischio.

Conclusioni

Il Buono dedicato ai minori ottiene senza ombra di dubbio il primo posto nella mia classifica dei migliori Buoni Fruttiferi Postali, se sottoscritto entro il primo anno di vita del minore.

Un’altra buona soluzione è il Buono Soluzione Eredità, che però richiede un procedimento successorio in atto.

L’unico buono che potrei valutare e che a differenza dei precedenti non presenta particolari condizioni in fase di sottoscrizione è il Buono Risparmio Sostenibile. Il rendimento non è eccelso, ma presenta la possibilità di ottenere un extra rendimento legato all’andamento di un indice azionario ESG europeo senza però il rischio di investire direttamente nell’indice. Lo trovo particolarmente indicato per coloro che sono completamente avversi al rischio ma che non vogliono precludersi la possibilità di provare ad ottenere rendimenti un pelo più elevati.

Infine, per quanto mi riguarda, tutto il resto dei Buoni Fruttiferi non sono competitivi rispetto a strumenti simili che offrono le stesse garanzie.

Grazie per la lettura.

Se ti è piaciuto l’articolo, iscriviti per rimanere aggiornato

Niente spam, ti invierò solo un aggiornamento settimanale.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto